Volkswagen, produzione più rapita e valore residuo più alto

Nuova Volkswagen ID.3 2020

Per sfruttare al meglio piattaforme e le tecnologie, Volkswagen ha annunciato una riduzione il ciclo di vita commerciale delle sue future auto elettriche. Il normale ciclo di vita commerciale di un’auto è  infatti di sette anni sul mercato.

nuova Volkswagen ID.4

Per farlo il Gruppo sta riprogettando il processo di sviluppo concentrandosi sulla sinergia dei dipartimenti, unendo lo sviluppo dei software, le necessità dei clienti e la futura piattaforma elettrica SSP. Con questa strategia Volkswagen dovrebbe riuscire a ridurre del 25% il tempo di sviluppo delle vetture, aumentando così la velocità di fornitura di nuovi software.

VALORI RESIDUI PIÙ ALTI CON GLI AGGIORNAMENTI OTA

Per le auto elettriche è infatti fondamentale la tecnologia, sempre più veloce nello sviluppo, che richiederà sempre nuovi aggiornamenti. Per consentire questo ciclo virtuoso sono molte le Case che puntano sugli aggiornamenti software via OTA.

Nuova Volkswagen ID.3 2020

Con gli upgrade Over the Air, le vetture potranno restare sul mercato più a lungo rispetto a prima (di contro però aumenteranno i prezzi) e manterranno alto il valore residuo una volta giunte sul mercato dell’usato.

SOLO 40 MESI PER PROGETTARE UN VEICOLO

Volkswagen sta anche accorciando i tempi di sviluppo di un terzo. La progettazione dei veicoli impiegherà quindi solo 40 mesi in futuro, anziché gli attuali 54. Tre anni e mezzo che consentirebbero alla Casa automobilistica tedesca di eliminare il restyling (generalmente proposto entro due/tre anni dall’uscita).

Utilizzando meno componenti (grazie all’uso della piattaforma SSP) e la proposta di meno varianti di motore, oltre alla limitazione di aggiornamento a carrozzeria e finiture e l’uso, consentiranno anche di ridurre il tempo di produzione (circa 10 ore per modello).

La piattaforma SSP

Come detto, alla base di tutto il progetto c’è la nuova piattaforma SSP (Scalable Systems Platform), orientata al sistema e alla funzione, invece che alle componenti. La nuova architettura, che unificherà le piattaforme MEB, J1 e PPE, potrebbe essere utilizzata già dal 2026.

Volkswagen ID.5 GTX

La piattaforma SSP sarà in futuro la base per tutti i brand e i modelli del Gruppo Volkswagen (stiamo parlando di oltre 40 milioni di veicoli a zero emissioni).

Partecipa alla discussione

Leggi anche

PREMIUM PARTNER
NEWSLETTER

Approfondimenti sul mercato auto

I più letti