Autoriparatori, a maggio il 17% rileva una crescita nelle attività

Si è registrato a maggio un aumento delle attività svolte in officina, malgrado l’attuale situazione economica che ha coinvolto tutto il settore dell’automotive.

Autoriparatori: a maggio 2019 aumentano le attività in officina e stabilità nei prezzi praticati

Da un’indagine svolta dall’Osservatorio Autopromotec emerge, infatti, un segnale positivo nelle attività degli autoriparatori e una stabilità dei prezzi praticati. All’interno di questa analisi svolta sul mese di maggio, e messa a confronto con aprile, le officine prese a campione hanno anche espresso un giudizio su quella che sarà la previsione del mercato nei prossimi 3/4 mesi.

CRESCONO LE ATTIVITÀ IN OFFICINA NEL MESE DI MAGGIO

Il Barometro è un nuovo strumento impiegato dall’Osservatorio Autopromotec per indagare il sentiment di un campione rappresentativo di un determinato settore. Applicato al mondo degli autoriparatori, il Barometro ha esaminato l’andamento delle attività svolte in officina e al livello dei prezzi applicati.

Leggi anche: nel 2018 aumenta la spesa per manutenzione e riparazione dell’auto

Sulla base dei giudizi espressi dagli operatori che gestiscono officine di autoriparazione, è stato possibile rilevare nel mese di maggio un aumento delle attività svolte. Infatti nel il 17% ha registrato una crescita del livello delle attività, contro il 13% del campione che invece ha registrato un calo delle operazioni.

Osservatorio Autopromotec: indagine sul volume delle attività e sull'andamento dei prezzi degli autoriparatori a maggio 2019

Il trend generale, comunque, dichiara che l’attività in officina si sia mantenuta su livelli normalizzati (70%). Questa stabilità, con picchi di crescita, può essere interpretata come un nuovo segnale di fiducia per il settore dell’aftersales, da decifrare positivamente considerata la situazione di stagnazione degli ultimi mesi.

Ad aprile, per esempio, il 27% degli autoriparatori aveva registrato un calo nelle attività svolte, mentre solo l’8% dichiarava un aumento dei volumi. Secondo l’Osservatorio Autopromotec tale diminuzione nel volume delle attività è imputabile anche alle festività programmate nel mese di aprile, dove i continui ponti possono aver interferito con il regolare svolgimento delle attività.

LE PREVISIONI DEL SETTORE DEGLI AUTORIPARATORI

Interpellati anche sulle previsioni del mercato, gli autoriparatori presi a campione hanno espresso pareri sul volume degli affari nei successivi 3/4 mesi: il 69% del campione prevede uno stabilizzarsi delle attività da svolgere in officina, mentre il 17% stima un aumento del volumi, contro un 14% che prevede un ulteriore calo.

TREND DEI PREZZI IN OFFICINA: PAROLA AGLI AUTORIPARATORI

Il Barometro dell’Osservatorio Autopromotec sul sentiment del settore degli autoriparatori ha indagato anche quelli che sono gli andamenti dei prezzi praticati in officina.

Leggi anche: il parere dei dealer sul futuro del settore automotive

Con riferimento al mese di maggio, il trend generale che emerge fa riferimento a una normalità dei prezzi praticati (86%). Appena il 5% dichiara di aver registrato un aumento, contro il 9% che indica una diminuzione.

Osservatorio Autopromotec: le previsioni future sul volume delle attività e l'andamento dei prezzi degli autoriparatori

Sulla base del giudizio degli autoriparatori, anche per quanto riguarda i prezzi è stata fatta una previsione a 3/4 mesi. Sempre la maggioranza si aspetta una certa stabilità nei livelli dei prezzi praticati in officina, l’8% invece stima un certo abbassamento. Di conseguenza solo il 3% considera plausibile un aumento degli stessi.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*