Quanto crescerà il post vendita da qui al 2025?

Una crescita importante. Il post vendita dell’auto pesa sempre di più in Italia e nel mondo sarà un comparto sempre più significativo: secondo i dati dell’Osservatorio Autopromotec, infatti, il fatturato globale dell’aftermarket crescerà del 42,2%, passando sai 398 miliardi di euro del 2018 a 566 miliardi di euro nel 2025.

Un settore che diventerà sempre più importante per il business dei concessionari e che si sposerà sempre di più con la digitalizzazione crescente degli showroom. L’importanza dell’aftermarket (costruttori e distributori di componenti e officine) in Italia è testimoniato dal fatto che il settore è animato solo nel nostro Paese da oltre 37mila aziende. 

DOVE CRESCERÀ IL POST VENDITA?

L’Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati di uno studio effettuato da Stern Stewart e Qvartz. sottolinea che nei prossimi 7 anni la crescita sarà più elevata nei principali mercati automobilistici emergenti: stiamo quindi parlando dell’Asia, Continente in cui il comparto dell’aftermarket arriverà a 166 miliardi di euro (+93% rispetto al 2018). Il post vendita si svilupperà molto anche nell’Europa Orientale (+55,5%), in Africa e nel Medio Oriente (+40%).

Mercati 2018 2025 Variazione %
Asia 86 miliardi 166 miliardi 93
Europa Orientale 38 miliardi 59 miliardi 55,2
Africa e Medio Oriente 10 miliardi 14 miliardi 40
Nord America 135 miliardi 174 miliardi 28,8
Europa Occidentale  85 miliardi 102 miliardi 20
Sud America 44 miliardi 51 miliardi 15,9
Totale 398 miliardi 566 miliardi 42,2

La crescita, comunque, ci sarà anche in altre zone, come il Nord America (+28,8%), il Continente dove attualmente il settore vale di più, l’Europa Occidentale (+20%) e il Sud America (+15,9%). L’Europa Occidentale, dunque, crescerà meno rispetto ad altre zone del mondo, ma quello che conta, secondo l’Osservatorio, non è solo la dimensione, ma anche il contenuto del servizio.

Leggi anche: quale sarà il futuro del post vendita?

COME CAMBIERÀ IL POST VENDITA?

Il settore del  post vendita, infatti, sarà influenzato gioco forza dal cambiamento che il mondo dell’auto sta vivendo: connettività, guida autonoma, telematica, elettrificazione e sharing sono ormai trend consolidati, destinati ad imporsi nei prossimi anni. In particolare, la telematica, con la cosiddetta manutenzione predittiva, è una frontiera molto interessante in ottica di fidelizzazione. Al tempo stesso, la qualità del servizio diventa sempre più importante, con il cliente finale che è disposto a pagare un prezzo superiore per avere in cambio un’offerta più soddisfacente.

post-vendita-concessionari-trend

Per tenere il passo e cogliere le opportunità, i concessionari e le officine dovranno investire sulla digitalizzazione, sulle strumentazioni sempre più sofisticate e, in maniera particolare, sulla formazione, che diventa un asset sempre più importante.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*