Come saranno le concessionarie del futuro? Tutte le aree di business

venditore della concessionaria del futuro

Tante aree di business, con il digitale a svolgere da filo conduttore al fianco dello showroom, che continuerà a mantenere la sua importanza. In questo articolo proviamo a immaginare come saranno le concessionarie del futuro e quali saranno le varie aree di attività che le caratterizzeranno.

Nuovo e usato, certamente, rimarranno il cuore dell’attività, ma a questi ambiti si affiancherà la nuova mobilità – ad esempio i monopattini e gli scooter, destinati a prendere sempre più piede nelle città -, l’area dell’auto elettrica e il post vendita, che assumerà una sempre maggiore importanza.

Approfondisci: come cambierà il mestiere del dealer nel post Covid?

CONCESSIONARIE PHYGITAL

Prima di analizzare le varie aree, facciamo una premessa, utilizzando un termine sempre più inflazionato. Abbiamo visto che il post vendita è sempre più un mix tra fisico e digitale, ovvero phygital, ma questa caratteristica varrà sempre più anche per la vendita.

concessionaria digitale futuro

La trattativa per l’acquisto si svolgerà sempre di più on-line e da remoto, ma la visita allo showroom – nella maggior parte dei casi su appuntamento – diventerà essenziale per il test drive e finalizzare il processo. Proviamo ora a fare un salto in avanti nel tempo e a entrare nella concessionaria phygital del futuro.

LE AREE DI BUSINESS DELLE CONCESSIONARIE DEL FUTURO

NUOVO

Partiamo dalla vendita del nuovo. Il sito internet, a tal proposito, diventerà ancora di più la vetrina della concessionaria, dove poter consultare le offerte, visualizzare foto e video delle vetture, poter accedere da remoto alle varie formule finanziare – finanziamenti, noleggio, ecc -. Ovviamente rimarrà fondamentale anche l’area fisica dello showroom, che con ogni probabilità sarà organizzata in maniera diversa – l’accettazione, come sottolineano gli esperti, ha un ruolo sempre più importante – e più digitale.

showroom concessionarie auto nuove

Presumibile, ad esempio, l’utilizzo di un numero sempre maggiore di tablet e schermi touch che consentono al cliente che arriva in concessionaria di configurare direttamente la vettura che desidera.

Partecipa alla discussione

Leggi anche