Elena Alberti: ecco la strategia del Gruppo Penske in Italia

Crescere nell’Italia centrale puntando sui marchi premium: è questo il principale obiettivo del Gruppo Penske nel nostro Paese. A svelarci la strategia del colosso americano, sbarcato da qualche anno anche da noi, è Elena Alberti, CFO & managing director di Penske Automotive Italy.

Approfondisci: Top 50 dealer europei: Penske è il primo

VIDEO: INTERVISTA A ELENA ALBERTI (PENSKE AUTOMOTIVE ITALY)

“La strategia di Penske a livello Italia – esordisce – è basata sulla crescita sul territorio nazionale, prevalentemente nelle aree di riferimento tra Bologna e Milano. Pensiamo di crescere con i marchi premium, perché riteniamo di avere consolidato negli anni un certo knowhow sia dal punto di vista manageriale che dal punto di vista della gestione dei clienti”.

Una scelta – quella di distribuire solo brand premium – che risulta in linea con la strategia mondiale ed europea di Penske. Anche se “per il futuro – puntualizza Alberti – non escludo nulla”.

AREE DI MIGLIORAMENTO: USATO E SERVICE

Il Gruppo americano sta avanzando sempre più in Italia. Ma in che modo vengono individuate le concessionarie sulle quali investire? Un primo screening, abbiamo detto, viene fatto in base alla pura collocazione geografica, concentrandosi sulle aziende del Nord e centro Italia. Secondo passo, misurare il potenziale di sviluppo all’interno dell’azienda, verificando l’esistenza di aree di business con margini di miglioramento. Non certo ultima per importanza, infine, è la qualità dell’organizzazione e del personale della concessionaria.

“Quando rileviamo un’azienda – spiega Alberti – le aree di miglioramento che spesso vengono identificate sono la gestione dell’usato e l’aftersales. Riteniamo di avere un grande centro di competenza per la gestione delle auto usate, che per noi sono uno dei business più profittevoli della concessionaria. Il nostro profitto per auto usata a retail è quasi paritario a quella di un’auto nuova”.

Stessa cosa per il Service, che è “probabilmente il reparto più importante di una concessionaria”, aggiunge la CFO di Penske Automotive Italy. In questo ambito “andiamo ad applicare metodi gestionali un po’ più avanzati e riusciamo ad ottenere risultati eccellenti molto più velocemente anche in realtà già performanti”.

Leggi Anche: Il Gruppo Penske acquisisce AutoVanti Milano

OBIETTIVI DI QUALITÀ

Quali sono, dunque, i target da raggiungere? “Non abbiamo obiettivi dal punto di vista quantitativo – risponde Alberti – ma sicuramente ne abbiamo moltissimi dal punto di vista qualitativo, soprattutto delle performance e della soddisfazione del cliente, che noi riteniamo al centro dell’universo. Soddisfatto il cliente e soddisfatta la Casa costruttrice siamo soddisfatti anche noi”.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*