Le soluzioni di Enel X per la diffusione della mobilità elettrica

Promuovere la transizione verso la mobilità elettrica è una vera e propria mission per Enel X. E per far sì che questo passaggio avvenga nel miglior modo possibile, occorre una sempre maggiore sinergia tra i vari attori della filiera: le Case auto, le società di energia, le società di servizi e, anche e soprattutto, i concessionari.

In quest’ottica, Enel X ha ritenuto particolarmente importante e strategico essere presente ad Automotive Dealer Day 2019, evento clou del mondo della distribuzione automobilistica che si è tenuto a metà maggio a Verona. Proprio in occasione della manifestazione, abbiamo incontrato Francesco Venturini, amministratore delegato della società.

Enel X Automotive Dealer Day 2019

ENEL X A AUTOMOTIVE DEALER DAY 2019

“C’è una sinergia sempre più forte tra il mondo dell’elettrico e quello dell’automobile, e quindi è necessario essere presenti a un evento come Automotive Dealer Day per spiegare quale è la nostra visione sull’auto del futuro e recepire i commenti di chi lavora da tempo in questo settore” spiega Venturini.

I concessionari, infatti, sono consapevoli dei grandi cambiamenti che l’universo delle quattro ruote sta vivendo. L’e-Mobility è uno di questi e i dealer dovranno gioco forza organizzarsi per offrire al meglio ai loro clienti (privati e flotte) le auto elettriche. Dove per auto elettrica non si intende solo il prodotto, ma anche il corollario dei servizi (ricarica in primis) che quest’ultimo porta con sé.

Approfondisci: i dealer sono pronti per vendere le auto elettriche? 

CONCESSIONARI E E-MOBILITY: A CHE PUNTO SIAMO?

Se la dimensione del cambiamento futuro è chiara a tutti, è lecito chiedersi: a che punto siamo oggi? “Penso che ci sia ancora una forte impreparazione da parte di tutti, ma è abbastanza naturale che sia così, perché la tecnologia dell’elettrico sta emergendo adesso e c’è ancora tanto da fare” sottolinea Venturini.

Per quanto riguarda il settore della distribuzione automobilistica, prosegue l’amministratore delegato di Enel X, occorre promuovere “tanta formazione, proprio perché il concessionario ha un contatto diretto con chi compra le automobili”.

Il ruolo del dealer, quindi, è fondamentale per far comprendere ai clienti come funziona una vettura elettrica e, in particolare, quali sono i suoi vantaggi. “Una delle ragioni che ci ha spinto a partecipare a Automotive Dealer Day è proprio la necessità di avviare un dialogo con chi vende le auto” ribadisce Venturini.

Leggi anche: come andrà il mercato? Ecco l’opinione di alcuni concessionari top

I PROGETTI DI ENEL X

Enel X, come è noto, si è impegnata ad installare sul territorio nazionale ben 28mila punti di ricarica entro il 2022, con un investimento complessivo che arriverà fino a 300 milioni di euro. Un piano che è già a buon punto.

“Abbiamo già installato 6.400 punti di ricarica e arriveremo a 10.000 a fine anno. Stiamo quindi facendo il nostro lavoro, ma sappiamo che, oltre all’infrastruttura pubblica, occorre anche installare le colonnine all’interno delle concessionarie, per consentire ai clienti che acquistano un’auto elettrica di partire dalla sede del dealer con il pieno di energia” conclude Venturini.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*