Opteven e i dealer: nel 2019 una partnership sempre più stretta

Opteven vuole puntare sulla qualità dei prodotti e dei servizi per continuare a crescere sul mercato italiano. E, in particolare, sulla partnership con i concessionari. Positivo è il bilancio della multinazionale francese, sbarcata in Italia con una filiale diretta nel 2016.

sede Opteven Milano

“Basti pensare che nei primi due anni di attività in Italia abbiamo già raggiunto di break-even, obiettivo che inizialmente pensavamo di centrare entro tre anni” esordisce Giorgio Manenti, country manager di Opteven Italia.

Nel 2019, Opteven mira a crescere nelle garanzie sui guasti meccanici e nell’assistenza stradale, e lancerà una nuova area di business, quella della manutenzione programmata.

Approfondisci: i servizi della società per i concessionari

“Abbiamo siglato un accordo paneuropeo con una nota società nell’ambito dell’aftermarket e, grazie a questa partnership, saremo in grado di offrire un prodotto dedicato”prosegue Manenti. Il prodotto sarà veicolato in Italia attraverso la rete di affiliati del network e poi tramite i dealer.

“Parallelamente, abbiamo infatti già avviato contatti con le Case Costruttrici per presentare loro la nostra soluzione – sottolinea Manenti – pacchetti di manutenzione di durata variabile che consentiranno ai clienti finali di programmare i costi del post-vendita”.

Opteven presenterà novità anche nell’ambito delle garanzie. “Intendiamo allargare ulteriormente la nostra rete distributiva, concentrandoci in particolare sul Sud Italia – aggiunge ancora Manenti – A Automotive Dealer Day (leggi tutti gli appuntamenti per i dealer nel 2019), inoltre, presenteremo alcune novità di prodotto per i concessionari. Sempre mantenendo il focus sulla qualità delle nostre soluzioni, una filosofia che abbiamo seguito fin dal nostro arrivo in Italia”.

PROGETTI INTERNAZIONALI

Il piano strategico di Opteven, forte della recente acquisizione da parte del Fondo di Investimento Ardian, prevede di raddoppiare il volume di affari nel prossimo quinquennio. “Abbiamo appena aperto una filiale in Spagna e nel 2020 entreremo anche in altri due mercati: Germania e Belgio” spiega Giorgio Manenti.

A questo si aggiunge la recente acquisizione in Francia di Mapfre Warranty. “Un primo elemento concreto che ci fa capire quanto la nostra multinazionale oggi sia solida. La strategia delle acquisizioni è un altro punto cardine del nostro piano di crescita internazionale” conclude Manenti.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*