Il riconoscimento facciale arriva in concessionaria

In collaborazione con la rete dei dealer del Gruppo BMW, Alphabet promuove il nuovo sistema Paperless 4.0, che consente di registrare e autenticare la proprio identità attraverso il riconoscimento facciale.

Firma digitale, arriva il riconoscimento facciale di Alphabet

La digitalizzazione quindi viene in sostegno delle concessionarie, semplificando i processi e la burocrazia legata alla firma dei contratti, ma non solo: consente anche di prendere visione dei documenti in qualsiasi momento, potendo apporre la firma digitale anche rimanendo comodamente a casa.

IL RICONOSCIMENTO FACCIALE DI ALPHABET 

Un futuro digitalizzato, dove la tecnologia svolge un ruolo cardine nei processi di consulenza, vendita e post-vendita. Anche il settore automotive sta procedendo in questa direzione, sebbene in molti altri mercati come l’online banking sia una prassi già consolidata.

Leggi anche: la situazione del post-vendita in campo digital

“Il riconoscimento facciale da remoto, tramite video-selfie – spiega Marco Girelli, Sales & marketing Director di Alphabet -, è una modalità riconosciuta a livello legislativo. Noi siamo stati i primi ad adottare questo sistema in campo automotive e questo allarga enormemente la platea commerciale dei nostri partner”.

COME FUNZIONA IL RICONOSCIMENTO FACCIALE?

Il cliente può creare la sua identità digitale direttamente sull’app e, attraverso la biometria, verranno registrati i tratti somatici del viso. La procedura è portata a termine senza l’intervento di un operatore, grazie proprio alla sua semplicità.

Identità digitale: come funziona il riconoscimento facciale di Alphabet

L’identificazione semi-automatizzata tramite riconoscimento facciale consente poi di accedere alla firma digitale: i vantaggi sono molteplici a partire da una maggiore sostenibilità ambientale, arrivando a un’organizzazione e archiviazione più efficiente dei dati.

Leggi anche: come cambia il mestiere del concessionario?

“Questo è molto utile anche per supportare le vendite tramite il canale web. Ad esempio, un potenziale cliente che vede un’offerta interessante sul sito di uno dei nostri partner commerciali, può contattare il venditore, inviare via mail i documenti per la valutazione del credito e, a seguito dell’accettazione del credito, autocertificarsi attraverso l’app dedicata al fine di far partire la sua registrazione digitale e poter apporre la sua firma elettronica qualificata sui documenti contrattuali, il tutto senza doversi recare fisicamente presso un punto vendita.”

Marco Girelli, Sales & Marketing Director di Alphabet.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*