Come misurare efficacemente il Roi del marketing online?

Da un recente studio di Google/Luth è emerso che, durante il percorso di acquisto di un’auto, un acquirente compie oltre 900 interazioni digitali, di cui il 71% attraverso dispositivi mobile. Avendo già messo in atto una strategia di marketing online (annunci di ricerca, adv, email marketing, social media, ecc…), è chiaro come non manchino le opportunità di investimento, ma bisogna anche sapere in quale canale investire, per massimizzare il ROI.

Come massimizzare il ROI del marketing online

Un sondaggio condotto da CarGurus, il marketplace online che crea un contatto diretto tra clienti e venditori auto, ha messo in evidenza come oltre il 75% degli acquirenti utilizzi almeno 3 diversi siti, mentre un quarto prenda visione di più di sette siti.

MODELLO DI ATTRIBUZIONE MULTI-TOUCH DI CARGURUS

I modelli di attribuzione consentono di analizzare quali canali influenzino ciascuna vendita, aiutando così il  concessionario ad avere una più chiara visione sugli investimenti e soprattutto sul ROI.

CarGurus ha investito in un modello di attribuzione Multi-Touch, ripensato esattamente per massimizzare il ritorno di investimento del marketing online. Questo modello, infatti, tiene in considerazione tutti i passaggi che compie l’utente prima di acquistare l’auto, assegnando a ogni punto di contatto un valore appropriato, fino ad arrivare alla conversione.

Leggi anche: perché le tecniche Seo sono importanti per i dealer

MODELLI DI ATTRIBUZIONE TRADIZIONALI

In un panorama così fitto di interazioni, i modelli di attribuzione classici non forniscono spiegazioni esaustive e possono talvolta essere fuorvianti nell’ottica di investire un determinato budget.

L’attribuzione al primo contatto esamina esclusivamente il canale iniziale utilizzato dall’utente, assegnandogli tutto il “merito” della conversione in acquisto.

Attribuzione multi-touch di CarGurus, per massimizzare il ROI del marketing online

L’attribuzione all’ultimo contatto, invece, considera solo l’ultima interazione dell’utente prima dell’acquisto, interpretandola come scelta determinante per l’affare.

Entrambi questi modelli non tengono in considerazione tutto ciò che è nel mezzo tra l’intenzione iniziale e la decisione finale: in poche parole non si considera la parte più importante del processo d’acquisto.

I VANTAGGI DELL’ATTRIBUZIONE MULTI-TOUCH

Il percorso decisionale del consumatore non segue un andamento lineare, bensì è soggetto a un vero e proprio bombardamento di informazioni che lo spingono a svolgere numerose ricerche e confrontare tutte le variabili.

Leggi anche: concessionari e web, tutti i consigli per migliorare il marketing online

Grazie all’attribuzione Multi-Touch sarà possibile monitorare e ottimizzare l’approccio di marketing e ottenere tassi di conversione più alti. Inserendo, quindi, il proprio parco auto nella vetrina di CarGurus sarà possibile accedere ai dati su come gli acquirenti interagiscono con la concessionaria.

CarGurus: il marketplace online per vendere e comprare auto

Inoltre, CarGurus ha messo stilato una guida completa (scaricabile gratuitamente) per i dealer, affinché possano conoscere i vantaggi dell’utilizzo dell’attribuzione Multi-Touch.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*