Come funziona il Cruise Control Adattivo?

Tra tutti i sistemi di assistenza alla guida, l’Adaptive Cruise Control ricopre un ruolo fondamentale. Tra gli optional più richiesti, infatti, lo speed control adattivo può essere definito un’evoluzione del Cruise Control classico. Ma quali sono le differenze tra i due sistemi? E più precisamente, come funziona l’Adaptive Cruise Control?

Come attivare l'Adaptive Cruise Control

In questa rubrica cerchiamo di rispondere ad alcune delle domande più frequenti che i clienti spesso si pongono quando si approcciano all’acquisto di una nuova auto. È importante, quindi, per un dealer essere sempre aggiornato sui nuovi sistemi di assistenza alla guida e soprattutto guidare i propri clienti verso la scelta più giusta in base alle esigenze di ognuno.

CHE COS’È L’ADAPTIVE CRUISE CONTROL?

Il Cruise Control Adattivo è un sistema dotato di tecnologia intelligente capace di regolare la velocità di crociera, aumentandola o diminuendola, relativamente alle condizioni di traffico. Prerogativa di questo adas è l’efficienza nel mantenere costantemente la giusta distanza di sicurezza con i veicoli che precedono.

L’Adaptive Cruise Control (ACC) rappresenta quindi un passo concreto verso la guida autonoma, rilevando il comportamento e adeguando la velocità di conseguenza, senza il bisogno di alcun intervento da parte del conducente.

CRUISE CONTROL CLASSICO E CRUISE CONTROL ADATTIVO: LE DIFFERENZE

Entrambi concepiti per viaggi in autostrada e su strade ad alta percorrenza, gli speed control classico e adattivo presentano delle caratteristiche molto diverse, sebbene il loro scopo comune sia quello di mantenere la velocità desiderata.

Come funziona il sistema Adaptive Cruise Control

Il Cruise Control classico è un sistema di assistenza alla guida in grado di, una volta inserito, mantenere la velocità impostata, senza tenere in considerazione le circostanze esterne. Un limite quindi del regolatore di velocità è che presuppone l’indispensabile intervento del conducente per accelerare o rallentare.

Leggi anche: che cos’è il Lane Assist e come funziona

L’Adaptive Cruise Control ha ovviato a questo problema, poiché è in grado sì di mantenere la velocità di crociera impostata, ma regola l’andamento del veicolo anche in base alle condizioni esterne. Sostanzialmente l’ACC mantiene sia la velocità desiderata, sia la distanza di sicurezza con i veicoli che lo precedono, riducendo o aumentando l’andatura in base alle circostanze stradali.

COME FUNZIONA IL CONTROLLO DI VELOCITÀ ADATTIVA

L’Adaptive Cruise Control, consente di impostare la velocità di crociera desiderata e la distanza che si vuole mantenere dai veicoli che precedono, attraverso una tecnologia che va a intervenire su freni e motore all’occorrenza.

Per mezzo di telecamere, radar e sensori frontali, questo adas rileva la presenza di veicoli, o semplici ostacoli, nello spazio che precede la vettura. In questo modo, una volta impostata la velocità di crociera desiderata e la distanza che si vuole mantenere dall’auto davanti, l’ACC svolgerà in automatico tutte le attività di frenata e accelerazione in base alle condizioni di traffico.

Mantenimento della distanza di sicurezza: Adaptive Cruise Control

Se il veicolo che precede rallenta, il controllo adattivo di velocità regolerà l’andatura mantenendo sempre la medesima distanza di sicurezza. Qualora si volesse invece superare un veicolo o semplicemente cambiare corsia, basterà inserire l’indicatore di direzione e il sistema comprenderà immediatamente l’intenzione di sorpasso o cambio corsia.

A seconda del comportamento dell’auto davanti, l’Adaptive Cruise Control interviene sui freni e sul motore per mantenere costante la distanza impostata e, se possibile, raggiungere la velocità desiderata quando la corsia torna ad essere più libera.

COME SI ATTIVA E DISATTIVA?

L’Adaptive Cruise Control per entrare in azione deve essere attivato tramite l’apposito pulsante, che consente quindi di impostare la velocità desiderata. È necessario anche impostare la distanza di sicurezza che si vuole mantenere dal veicolo che precede nella medesima corsia di marcia.

Leggi anche: qual è l’adas più richiesto sulle auto?

Attivando il Cruise Control Adattivo, il driver non dovrà più intervenire sui pedali, poiché sarà l’adas a mantenere l’andatura. Qualora si dovesse premere l’acceleratore, la frizione o il freno il sistema verrà disattivato e il conducente riprenderà il controllo del veicolo. Oltre che intervenendo direttamente sui pedali, il regolatore di velocità può essere disattivato dal medesimo pulsante di attivazione.

Come si attiva l'Adaptive Cruise Control

Proprio per questo motivo l’ACC è stato concepito per tratti di strada ad alta percorrenza, poiché in un contesto urbano, dove gli interventi sui pedali sono molto più frequenti, il Cruise Control Adattivo si disattiverebbe in continuazione.

ACC: OPTIONAL OPPURE OBBLIGATORIO?

L’Adaptive Cruise Control al momento è tra gli optional più richiesti dai driver, poiché consente di mantenere una guida più rilassata e sicura, specialmente per gli automobilisti che percorrono quotidianamente lunghi tratti in autostrada.

A partire dal 2022 in Europa molti dei principali sistemi di assistenza alla guida diventeranno obbligatori sulle autovetture nuove e l’Adaptive Cruise Control è tra gli adas considerati indispensabili per garantire la sicurezza stradale.

I VANTAGGI DEL CRUISE CONTROL ADATTIVO

Il Cruise Control Adattivo consente di mantenere un’andatura costante in modo del tutto sicuro: ad esempio se il veicolo che precede nella propria corsia dovesse rallentare all’improvviso il sistema lo rivelerebbe in pochi millesimi di secondo e interverrebbe di conseguenza, regolando la velocità.

Questo assicura un alto indice di sicurezza poiché il tempo di reazione del dispositivo è di gran lunga più breve di quello di qualsiasi automobilista, che in media reagisce in un secondo.

Leggi anche: i vantaggi della black box per i concessionari

Un altro vantaggio dell’ACC comprende la comodità di viaggio. Grazie ad accelerazione e frenata automatiche, il conducente potrà evitare i continui allungamenti sui pedali, evitando di stressare la schiena e le articolazioni. Un grande beneficio per chi, abituato a stare in macchina gran parte della giornata, soffre di dolori alla schiena e problemi posturali.

LE EVOLUZIONI DELL’ADAPTIVE CRUISE CONTROL

Molti sistemi di controllo della velocità adattivi ampliano le loro funzioni, come ad esempio l’Adaptive Cruise Control con sistema Stop&Go, il quale mantiene sempre la distanza di sicurezza impostata, ma in caso di incolonnamenti frena il veicolo fino all’arresto, per farla poi ripartire automaticamente non appena possibile. Al momento della ripartenza dopo una sosta, il conducente deve impartire manualmente il comando dell’accelerazione premendo leggermente il pedale del gas o schiacciando un pulsante.

Cruise Control adattivo: controllo della velocità di crociera e mantenimento della distanza di sicurezza

Un altro esempio è l’i-ACC, il controllo adattivo della velocità di crociera intelligente, che nelle sue funzioni di “monitoraggio” del comportamento degli altri veicoli, in grado di prevedere e reagire prontamente all’eventuale “invasione” di corsia.

Il Cruise Control Adattivo intelligente, inoltre, rileva i limiti di velocità imposti dalla segnaletica stradale, permettendo al conducente di reimpostare la velocità della vettura adeguandola al nuovo limite semplicemente utilizzando i comandi sul volante.

In qualsiasi momento è sufficiente una breve pressione dell’acceleratore o del freno per disattivare il sistema e assumere il pieno controllo del veicolo.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*