Ferrari tra cinque brand più autentici per i consumatori italiani

Il lusso di Ferrari compare nella top five italiana della classifica “Authentic 100 2017”, l’indice annuale dei brand più autentici per i consumatori. Realizzato da Cohn & Wolfe, agenzia globale di comunicazione, è il risultato di una combinazione di ricerche che comprende sondaggi su oltre 1.400 brand e analisi specifiche di 200 marchi globali.

Ferrari Supersport

Lo studio è stato condotto tra maggio e giugno 2017 su 15mila consumatori in 15 mercati (oltre all’Italia, Francia, Germania, Spagna, Regno Unito  Svezia, Brasile, Canada, Cina,  Hong Kong, India, Indonesia, Singapore, Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti).

FERRARI NELLA TOP 5

In pratica, ogni anno, Cohn & Wolfe valuta quanto l’autenticità contribuisca al successo di un brand. In cima alla classifica italiana mantengono il proprio predominio i grandi marchi del mondo food e automotive Ferrero, Ferrari, Rana e Nutella. Anche se, a sorpresa, è Amazon a dominare su tutti guadagnandosi il podio e avanzando di ben 8 posizioni rispetto al 2016.

Approfondisci: New Power15, l’estensione di garanzia Ferrari fino a 15 anni

VINCE LA TECNOLOGIA

Un risultato che, sebbene sorprendente, è coerente con la classifica globale, dominata in tutte le prime cinque posizioni da brand del mondo tech (Amazon, Apple, Microsoft, Google e PayPal). Tra i primi 100 compaiono ben 16 marchi del mondo della tecnologia. Una conferma di quanto stia cambiando il panorama dei consumi e degli atteggiamenti dei consumatori, sia a livello locale che globalmente.

“I tre pilastri dell’autenticità (concretezza, rispetto, affidabilità) per i consumatori italiani si riferiscono a brand iconici, profondamente radicati e presenti nel quotidiano per rapporto diretto (Ferrero, Rana, Nutella) o per stima e ammirazione di lunga data (Ferrari). In questo scenario tradizionale, Amazon è un nuovo interlocutore per il consumatore, che evidentemente riconosce al brand un ruolo fondamentale, coerente con il suo stile di vita e le sue nuove abitudini di consumo”.

Elena Silva, Managing Director Cohn & Wolfe Italia

Leggi Anche: attenti ad Amazon, in futuro potrebbe avere i suoi dealer

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*