Pavan Bernacchi a IM: impariamo le regole del web

“Il web, per noi concessionari, è una sede in più”. Lo ha detto Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, intervenendo questa mattina a Milano alla giornata dealer di Internet Motors 2014.

WEB E USATO – Pavan Bernacchi, che ha aperto il convegno dedicato ai concessionari di Internet Motors 2014, ha posto l’accento sull’importanza di internet. “Il web è una sede in più che il mercato deve aprire – ha sottolineato il presidente di Federauto -, ma che ha le sue regole, che devono essere imparate. Internet, infatti, è un portatore di successi, ma anche di insuccessi”. Quindi Pavan ha ricordato la sua personale esperienza e l’evoluzione avuta nell’ultimo quindicennio dalle nuove tecnologie. “Nel 1999 – ha raccontato – la mia concessionaria, a Padova, è stata testimonial di AutoScout24, Ricordo che abbiamo fatto alcune foto e abbiamo preparato un cd. Se allora ci si metteva mezzora a caricare una vettura su una piattaforma virtuale, oggi il 50% dell’usato viene venduto attraverso il web”. La differenza è notevole e oggi, dunque, secondo Pavan Bernacchi, “si impone un cambio culturale”. Obiettivo: sfruttare al meglio i lead che si generano. “Un lead – ha aggiunto – ha la stessa dignità di una persona che entra in concessionaria, ma va gestito con regole diverse. Lo scopo non deve essere quello di vendere l’auto, bensì vendere un appuntamento”

IL MERCATO – Pavan, poi, ha fatto il punto sull’attuale status del settore automotive. “Nel 2014, il mercato chiuderà con 1.360.000 unità, pari al +5% rispetto al 2013 – ha spiegato Pavan Bernacchi – . Bene, verrebbe da dire. Peccato che siamo tornati al mercato del 1979 e negli ultimi cinque anni il comparto automotive ha perso il 35% dei volumi. A questo, di aggiunge l’attacco concentrico dello Stato, che utilizza i veicoli come un bancomat. E’ un mercato al quale, purtroppo, ci dobbiamo abituare”.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*