Mezzi commerciali e industriali: la decisa crescita di inizio 2018

Il mercato dei veicoli commerciali, a gennaio 2018, è in decisa risalita rispetto a quello di fine anno e mette a segno un +13,4%. Così anche quello dei truck, che anzi ha segnato percentuali di crescita ancora più importanti: +24,4% per gli autocarri fino a 3,5 tonnellate e +30,9% per i mezzi pesanti.

Mercato dei veicoli commerciali a gennaio 2018

I dati sono provenienti dalle elaborazioni del Centro Studi e Statistiche di Unrae, l’associazione delle Case automobilistiche estere. Dati che, ancora una volta, confermano un andamento discontinuo del mercato, che alterna fasi negative a decisi balzi in avanti delle immatricolazioni.

MERCATO VEICOLI COMMERCIALI GENNAIO 2018

Dopo un 2017 concluso da poco con una contrazione delle vendite del 3,3%, il 2018 inizia con il piede giusto per gli LCV. A gennaio, gli autocarri con peso totale a terra fino a 3,5 tonnellate registrano 13.550 immatricolazioni di nuovi veicoli, in crescita del 13,4% rispetto agli 11.950 del gennaio 2017.

A differenza dello scorso anno, che si aprì con un incremento del 2,8%, il mercato dei veicoli commerciali di gennaio 2018 prende il via con un incoraggiante aumento a doppia cifra. Anche se, come per le autovetture, anche questo mercato dovrà smaltire un elevato stock di km zero giunto in eredità dal 2017 che, secondo Unrae, a fine settembre contava circa 12mila unità.

Leggi Anche: mercato auto 2017: la spinta delle km zero

“Il rinnovo dei benefici fiscali per gli investimenti in beni strumentali, seppure ridotti nel caso del Super ammortamento (passato dal 140% al 130%), dovrebbero continuare ad accelerare il processo di svecchiamento del parco, all’interno di un contesto macroeconomico di ripresa. Nel 2018 riteniamo, pertanto, che il mercato possa rimanere stabile sui livelli dello scorso anno”.

Michele Crisci, presidente Unrae

MERCATO VEICOLI INDUSTRIALI

Se il mercato dei veicoli commerciali ha un trend di inizio anno positivo, quello dei mezzi industriali va ancora più spedito. Le immatricolazioni di veicoli con massa totale a terra superiore alle 3,5 tonnellate, nel mese di gennaio 2018, è cresciuto del 24,4% rispetto allo stesso mese del 2017 (con 2.425 unità contro 1.949).

Il comparto dei veicoli pesanti, con massa a terra uguale o superiore alle 16 tonnellate, poi, è andato ancora meglio: +30,9% rispetto al gennaio 2017 (con 2.100 mezzi immatricolati contro 1.604).

Questo il commento di Franco Fenoglio, presidente della Sezione Veicoli Industriali di Unrae: “Il dato che leggiamo per questo gennaio ripete quello del gennaio 2017, quando si registrò un +28% sul gennaio dell’anno precedente. Ciò nonostante, l’anno scorso si è chiuso con un debole +2,1% (a dati consolidati aggiornati), con una serie di esiti altalenanti, che nel corso dell’anno sono andati progressivamente scendendo fino a valori negativi”.

IL COMMENTO DI FEDERAUTO TRUCKS 

“I dati di gennaio 2018 confermano che al di là degli incentivi messi in campo dal Governo, il mercato si conferma positivo grazie ai fondamentali del Paese che risultano i migliori degli ultimi anni. In questo contesto non vediamo particolari pericoli all’orizzonte, se non quelli legati agli scenari post elettorali del 4 marzo”.

Gianandrea Ferrajoli, coordinatore di Federauto Trucks

“In armonia con il trend del 2017 – ha sottolineato Ferrajoli – anche a gennaio abbiamo registrato un’importante crescita delle nuove fonti di energia. L’elettrico e il metano si affermano sempre di più nel segmento del trasporto leggero, mentre l’LNG continua a guadagnare posizioni nei veicoli per il trasporto pesante”.  

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*