Diogene: un alleato dei concessionari contro i “furbetti” del contachilometri

Le alterazioni dei chilometraggi delle auto usate costituiscono un problema rilevante per i concessionari. Ma da oggi i dealer hanno un alleato in più nella guerra ai “furbetti” che fanno ringiovanire le vetture di seconda mano: il suo nome è Diogene, ed è un sistema presentato ieri a Milano da Evolvea, azienda del Gruppo Filippetti specializzata in innovazione tecnologica.

 

Una soluzione in grado di leggere con esattezza i chilometraggi dei veicoli vanificando così le eventuali manomissioni effettuate. Come? Semplice, dialogando con la strumentazione di bordo dei modelli delle principali Case presenti sul mercato.

Approfondisci: ecco come sta andando il mercato dell’usato

DIOGENE: COME FUNZIONA

Il sistema, sviluppato e prodotto dalla svizzera FGMTech e distribuito in Italia da Evolvea, riesce a “leggere” in tempo reale le alterazioni dei chilometraggi attraverso un palmare che si collega alla presa OBD dei veicoli, andando così a recuperare i dati che non mentono: ovvero, quelli delle centraline.

Come sottolineato da Marco Mauri, regional manager EMEA automotive di Evolvea, il dispositivo è “maneggevole”, oltre che intuitivo, e “in massimo quindici minuti consente di ottenere un report competo”. Non solo i chilometri, ma anche altre informazioni rilevanti sullo stato di salute del veicolo.

MANOMISSIONE DEL CONTACHILOMETRI: UN DANNO PER I CONCESSIONARI

La manomissione del contachilometri costituisce un ingente danno per i concessionari, per le Case e per le società di noleggio auto. Per quanto riguarda i dealer, il danno è addirittura duplice: quando i veicoli entrano in concessionaria, attraverso le permute o le aste, che sono uno strumento sempre più utilizzato, il rischio è, ovviamente, quello di pagarli molto di più rispetto al loro reale valore (anche con delta superiori a 5.000 euro), mentre quando i veicoli escono dagli showroom, il pericolo riguarda la fidelizzazione dei clienti.

C’è infatti un dato che parla da solo: le 80 mila cause scaturite nell’ultimo periodo dagli italiani che non sono rimasti soddisfatti dell’acquisto della vettura usata. Chiaro è, infatti, che una vettura maggiormente chilometrata è più soggetta a guasti, o addirittura a rotture improvvise di componenti in grado di mettere in pericolo la vita stessa di chi guida.

Quindi il concessionario che vende, senza saperlo, un’auto che ha il contachilometri manomesso incorre in rischi legali, e, in aggiunta, può veder diminuire la fiducia del cliente e la customer satisfaction. Tutti aspetti da evitare con cura.

alterazioni chilometraggi auto usate

UN RUOLO SOCIALE

Inoltre, come abbiamo detto in passato, i dealer hanno un ruolo sociale molto importante, quello di garantire la sicurezza stradale dei loro clienti. Anche in questo senso Diogene si presenta come un valido alleato. Uno degli obiettivi dichiarati da Evolvea è infatti “l’aumento di credibilità per i dealer”. Che, aggiunge Mauri, “hanno il beneficio di poter vendere auto usate con i chilometri certificati”.

Il costo di Diogene è di 3.500 euro, con inclusi gli aggiornamenti per un anno.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*