Le regole per installare le colonnine in concessionaria

colonnine in concessionaria: le regole per installarle

Installare le colonnine in concessionaria: un nuovo trend che ormai per molti dealer è diventata una prassi. E per altri lo diventerà presto. La nostra survey sull’e-mobility ha testimoniato che ormai la maggior parte dei concessionari italiani ha infrastrutturato la propria sede.

E chi non l’ha ancora fatto? Per loro diciamo subito che montare una colonnina è economico e semplice. Per approfondire l’argomento, ecco le regole per installare le colonnine in concessionaria.

COLONNINE IN CONCESSIONARIA: COSA DICE LA NORMATIVA

L’offerta di auto elettriche e ibride sta crescendo esponenzialmente, come testimoniano anche le vendite (leggi i dati di novembre): per questo, per tutti i concessionari diventa sempre più importante dotarsi di infrastrutture. Si tratta di uno strumento di fidelizzazione. E non richiede procedure complesse, come nel caso di un condominio.

Il parcheggio della concessionaria, infatti, viene definito come un “luogo privato aperto a terzi” e, secondo la normativa italiana, viene assimilato ai luoghi pubblici. La colonnina, quindi, deve essere conforme al Modo 3 della normativa internazionale IEC 61851-1, per assicurare la sicurezza per le persone che la utilizzano e per i veicoli. Non servono particolari autorizzazioni: si tratta, infatti, di un impianto aziendale, installato e gestito in autonomia dalla concessionaria stessa.

Leggi anche: tutti i dubbi dei clienti sulle auto elettriche e ibride

COME INSTALLARE LE COLONNINE

Prima di tutto occorre affidarsi ai provider d’energia che forniscono il servizio, che analizzeranno la linea elettrica dell’azienda e definiranno il posizionamento e l’installazione della colonnina. Attualmente esistono diverse tipologie di infrastrutture per le auto elettriche, a seconda delle esigenze.

  • Wall-box: si tratta delle stazioni montate su una parete e solitamente dotate di un solo attacco per la ricarica. Hanno una potenza da 3,7 a 22 kW. E un costo da circa 500 euro.
  • Colonnine con presa fissa/integrata: pensate per l’installazione a terra, ma nel caso di presa fissa non dotate di cavo di ricarica (occorre usare quello dell’auto). Le potenze spaziano da 3,7 a 22 kW, con prezzi da circa 1.000 euro.
  • Colonnine fast: infrastrutture dotate di una potenza di ricarica superiore e dotate di diversi connettori.

Partecipa alla discussione

Leggi anche