Dopo Diogene, ecco Giove: Evolvea offre la perizia digitale ai dealer

Valore aggiunto e nuove competenze al servizio di concessionari, Case auto e tutta la filiera automotive della distribuzione automobilistica: è questa la mission di Evolvea, società del Gruppo Filippetti focalizzata sull’innovazione tecnologica in ambito mobility.

Stand Evolvea Automotive Dealer Day 2019

L’ultimo prodotto lanciato alimenta il filone della digitalizzazione delle attività: si chiama Giove e permette di effettuare una vera e propria perizia tecnologica sull’auto, consentendo di tracciare la storia digitale del veicolo.

Leggi anche: le ultime novità di Evolvea ad Automotive Dealer Day 2019

EVOLVEA: COSA È GIOVE E COME FUNZIONA 

Giove è un dispositivo di Evolvea che presenta le stesse misure di Diogene (prodotto di Evolvea in grado di leggere con esattezza i chilometraggi dei veicoli, vanificando così le eventuali manomissioni effettuate).

Diogene riesce a rilevare in tempo reale le alterazioni dei chilometraggi delle auto usate attraverso un palmare che si collega alla presa OBD dei veicoli, recuperando i dati delle centraline.

Giove funziona sempre tramite collegamento alla presa OBD e consente di identificare qualsiasi codice di errore o malfunzionamento dei sistemi di sicurezza attiva, passiva e controllo motore, ovvero tutto ciò che è governato da una centralina. “Oltre a rilevare l’anomalia, Giove riesce a stabilire quando si è verificata, fornendo il relativo dato chilometrico”, spiega Marco Mauri, general manager di Evolvea Mobility.

Leggi anche: gli smart glasses, una soluzione digitale per le officine

QUANTO COSTA GIOVE 

Giove costa 4.500 euro, mille euro in più di Diogene. “Si rivolge soprattutto al mondo B2B: concessionari, Case auto, noleggiatori, assicurazioni, carrozzerie e officine“, sottolinea Mauri.

Perizia digitale auto Giove Evolvea

Possibile un’eventuale declinazione B2C: una consulenza per i privati che vogliono accertarsi delle perfette condizioni dell’auto usata, prima di acquistarla.

Oltre a identificare errori e malfunzionamenti dell’auto, Giove può anche ripararli, “ma per il momento proponiamo il dispositivo come strumento di diagnosi e perizia tecnologica”, puntualizza Mauri.

Nel 2020, inoltre, Diogene e Giove si fonderanno in un unico dispositivo, capace di rilevare sia le alterazioni dei chilometraggi delle auto usate sia gli errori dei sistemi hi-tech a bordo dell’auto.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*