I principali mercati dell’auto esteri rialzano la testa

Parco auto circolante Italia 2020

La pandemia di Covid-19 ha messo a dura prova tutti i mercati dell’auto. Luglio, però, ha dato segnali incoraggianti. Le notizie più positive arrivano dalla Cina, primo Paese ad affrontare l’avvento del Coronavirus, ma anche i principali mercati europei (Germania, Francia, Spagna e UK), dopo mesi di calo, hanno rialzato la testa. Merito soprattutto degli incentivi, ma anche della voglia di ripartire dopo una crisi economica senza precedenti.

Abbiamo già parlato della leggera ripresa in Italia (-11%, ma senza incentivi), ora ci concentriamo sui risultati dei principali Paesi esteri. Partiamo proprio dal colosso asiatico.

COME STANNO ANDANDO I MERCATI DELL’AUTO ESTERI?

CINA

A luglio 2020 la Cina ha fatto registrare un buon +16,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con 2,1 milioni di pezzi immatricolati. Bene, in particolare, Tesla, a dimostrazione della maturità raggiunta già da tempo dal Paese più popolato al mondo nell’ambito dell’elettrico.

Mercati dell'auto esteri: i risultati di luglio 2020

GERMANIA

Quasi 315mila immatricolazioni a luglio in Germania. Dopo un calo del 35% nei primi sei mesi dell’anno, a Berlino possono finalmente (ma cautamente) tornare a sorridere: -5,4% rispetto a luglio 2019, con un vero e proprio boom di auto elettriche. Queste ultime, infatti, hanno raggiunto e superato il 10% di market share sul totale.

UK

Segno positivo in Gran Bretagna. Luglio ha fatto segnare quasi 175mila unità, con una crescita del +11,3% rispetto a luglio 2019. Il migliore risultato di tutti, che attenua, almeno in parte, i danni compiuti dal lockdown.

Leggi anche: come cambia il mestiere del dealer dopo il Covid?

FRANCIA

Bene anche la Francia, anche a luglio ha fatto registrare quasi 179mila pezzi venduti, pari al +3,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. I primi 7 mesi, complessivamente, fanno registrare un calo del 33%, ma adesso la strada è quella giusta.

SPAGNA

Chiudiamo con la Spagna. Che a luglio, dopo aver inaugurato la tornata di incentivi più ricca della sua storia, ha totalizzato un buon +2,5%, con quasi 110mila unità.

Mercati dell'auto a luglio 2020

Adesso aspettiamo che il segno positivo torni anche in Italia. La prova del nove sarà il primo settembre, quando usciranno i risultati di agosto, primo mese per noi caratterizzato dalle agevolazioni statali sull’acquisto dell’auto.

Partecipa alla discussione

Leggi anche