Mercato auto 2018: a luglio +4,4%. Cosa accadrà nei prossimi mesi?

Una boccata d’ossigeno per il mercato auto 2018. Dopo due mesi in calo (maggio e giugno), i dati di luglio 2018 testimoniano la ripresa del trend positivo: 152.393 immatricolazioni, con una crescita del +4,4% rispetto a luglio 2017.

Mercato auto 2018 dati luglio

Così, l’andamento generale torna a esprimere numeri più vicini a quelli dello scorso anno: in totale, da gennaio a luglio le immatricolazioni sono state 1.273.730 (-0,7% rispetto a un anno fa). I concessionari, dunque, possono guardare con fiducia all’ultima parte dell’anno.

Approfondisci: i motivi della contrazione avvenuta nel mese di giugno

MERCATO AUTO 2018: ESTATE IN RIPRESA

L’inizio dell’estate, dunque, ha segnato una leggera ripresa per il mercato auto 2018. Analizzando i canali di vendita, si può tranquillamente affermare che la ripresa sia stata trainata dal noleggio a lungo termine, un settore che oggi interessa da vicino anche i dealer. A luglio 2018, infatti, il Nlt, in termini di immatricolazioni, è cresciuto del 20,4%, mentre le vendite ai privati sono rimaste piuttosto stabili: +1,5%.

Passando alle alimentazioni, invece, i numeri positivi trovano la loro ragion d’essere nelle ottime performance delle auto a benzina, cresciute dell’11% rispetto a dodici mesi fa, e il calo della contrazione delle auto diesel, che fanno registrare un -5% rispetto a luglio 2017. Le vetture a gasolio, comunque, continuano a perdere quote di mercato (ora siamo al 50,8%), in favore delle “cugine a benzina” e soprattutto delle auto ad alimentazione alternativa.

Leggi anche: le auto diesel usate vanno in controtendenza. I numeri sono in crescita

In particolare, le auto ibride e le auto elettriche, per la prima volta nella loro storia, hanno sfondato il market share del 5%.

Dati mercato auto luglio 2018

LE PREVISIONI PER I PROSSIMI MESI

Gli esperti sono concordi nell’affermare che il mercato auto 2018 si chiuderà con numeri in linea con quelli dello scorso anno. Secondo Michele Crisci, presidente di Unrae, le immatricolazioni “dovrebbero stabilizzarsi sui livelli del 2017, per portare il 2018 a un volume di immatricolazioni leggermente al di sotto dell’anno precedente, con 1.960.000 autovetture (-0,6%)”.

Anche per il 2019, l’associazione rappresentativa delle Case automobilistiche estere prevede una cifra leggermente inferiore ai 2 milioni di pezzi. Ciò significa che la crisi è ormai alle spalle e che il mercato dell’auto si stabilizzerà su numeri simili a quelli dell’inizio di questo decennio.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*