Noleggio ai privati Leasys: Come N’Uovo è l’ultimo della lista

Da qualche anno non è più una frontiera: quello tra il noleggio a lungo termine e i privati sembra essere un matrimonio già celebrato. Senza fare generalizzazioni, il discorso è senza dubbio valido per Leasys. La società di noleggio controllata da FCA Bank, non a caso, ha appena lanciato l’ultimo dei suoi innovativi servizi di renting rivolti (anche) a questo target strategico, corteggiato oggi da pressoché tutti i noleggiatori.

Noleggio a lungo termine privati: Leasys Come N'Uovo

Come N’Uovo si differenzia dai precedenti servizi di Leasys per un motivo principale: riguarda le vetture usate, scontate del 20% rispetto al canone di noleggio del nuovo. I destinatari sono sempre loro: professionisti, piccole e medie aziende e privati.

Categorie che la compagnia di renting si propone di attrarre a sé coinvolgendo la sua nutrita rete di concessionari FCA, per la quale questi servizi rappresentano una preziosa opportunità di business aggiuntivo.

Leggi Anche: Aniasa: in crescita il noleggio ai privati, nel 2017 oltre 25mila contratti

NOLEGGIO A LUNGO TERMINE PER PRIVATI: LEASYS COME N’UOVO

L’offerta “Come N’Uovo” risponde a esigenze di mobilità oggi sempre più sentite, proponendo una formula innovativa e flessibile a un costo economicamente vantaggioso. Prevede il noleggio a lungo termine di vetture con meno di 24 mesi, bassi chilometraggi, nessun danno e un piano di manutenzione in regola. Il canone, scontato del 20% rispetto a quello delle auto nuove, include una lunga lista di servizi:

  • tassa di possesso
  • assistenza stradale
  • coperture RC
  • furto e incendio
  • copertura danni
  • manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Leasys App

Tra le vetture compatte, Fiat 500 1.2 benzina con prezzi a partire da 159 euro (con 1.500 euro di anticipo) per 36 mesi e 60mila chilometri (10 euro in più per avere la versione GPL). Per l’alto di gamma, Alfa Romeo Giulia Super 180 Cv con cambio automatico è disponibile a 379 euro al mese e 3.000 euro di anticipo (tutti i prezzi esclusa Iva).

LEASYS BE-FREE E BE-FREE PRO

Come N’Uovo, dicevamo, è solo l’ultimo prodotto in ordine di tempo nato in casa Leasys. Sono tante, negli ultimi anni, le formule messe in piedi per avvicinarsi al tanto ambito target delle Pmi e dei privati. L’anno della svolta è stato il 2017 che, in primis grazie a Be-Free e Be-Free Pro, è riuscito a portare a casa numeri interessanti.

“Grazie a questi prodotti, abbiamo incrementato di cinque volte il numero di noleggi rivolti alla clientela privati. Anche in Italia, il trend del mercato del ‘private lease‘ e del noleggio rivolto ai cosiddetti ‘codici fiscali’ sta iniziando a diventare sempre più significativo, seguendo il trend di mercati quali Olanda o Inghilterra”.

Paolo Manfreddi, responsabile marketing e business development di Leasys

LEASYS UNLIMITED

Forte del successo di Be-Free, Leasys ha scelto di proseguire nella strada del noleggio a lungo termine ai privati. L’esperimento prende il nome di Leasys Unlimited e si tratta del primo noleggio ad abbonamento testato su un modello di grande appeal: Jeep Compass.

Noleggio a lungo termine privati: Leasys Unlimited

I clienti, in questo caso, possono scegliere ogni anno se restituire l’auto senza penali, sostituirlo con un’altra vettura o continuare semplicemente a guidarla. Il plus di questa formula è la presenza di 20 Giga al mese di traffico dati utilizzabile dentro e fuori la vettura. Obiettivo: avvicinare il mondo del noleggio a quello della telefonia, caratterizzato ormai dal rinnovo annuale del proprio cellulare.

L’ALLEANZA TRA LEASYS E LA RETE FCA

La partnership tra la società di noleggio e il network di distribuzione del Gruppo Fiat Chrysler Automobiles, insomma, sembra funzionare bene. Non a caso, la rete resterà protagonista anche nel 2018. L’anno in corso prevede importanti evoluzioni dei programmi che hanno fatto il successo di Leasys, primo fra tutti Be-Free.

Approfondisci: noleggio e concessionari, Leasys Be-Free raggiunge i 7mila contratti

Le concessionarie conserveranno un ruolo di primo piano nel momento in cui le rinnovate formule saranno da comunicare e proporre al mondo delle piccole e medie imprese, dei liberi professionisti e dei privati. Tante frecce nell’arco dei dealer utili, ancora una volta, per fargli cogliere preziose occasioni aggiuntive di business.

Un concetto, infatti, emerge sempre più potentemente: il concessionario oggi, non è chiamato a proporre solo il classico acquisto dell’auto attraverso il finanziamento, ma a diventare un consulente attento a cogliere le esigenze e le necessità di ogni singolo cliente. Sempre più privati, infatti, sono attratti dall’idea di eliminare ogni pensiero legato alla proprietà dell’auto per godere solo del suo utilizzo. Una realtà con cui mettersi al passo, per non restare indietro nel business.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*