Scrambler Ducati Food Factory, a Bologna il primo concept


Scrambler Ducati Food Factory interno Uno dei tavoli dello Scrambler Ducati Food Factory, con la moto sullo sfondo

Apre a Bologna, in via Stalingrado 27, la prima food experience della Land of Joy: Scrambler Ducati Food Factory. Si tratta di un concept di ristorazione che punta a diventare luogo di aggregazione e divertimento, caratterizzato dall’originale atmosfera della Land of Joy Scrambler. Qui convergono tutti i mondi che compongono l’universo Scrambler Ducati,  per  offrire  un’esperienza  unica  che  si  estende  oltre  il  food:  arte,  musica, galleria  fotografica, customizzazione, eventi e tanto altro. Tra gli obiettivi, conquistare nuovi clienti.

DIVERSA DALLE ALTRE

Fin dall’esordio della Scrambler, Ducati ha voluto sottolineare la singolarità del brand: nasceva, infatti, come un mondo a parte, naturalmente sempre all’interno del più grande universo della Casa di Borgo Panigale. Dopo la prima presentazione nel container giallo, la Ducati ha enfatizzato questa peculiarità della Scrambler nei vari saloni internazionali, dove le nuove moto hanno sempre avuto un’area dedicata, ribattezzata Land of Joy, nettamente distinta da quella delle altre rosse.

SCRAMBLER DUCATI FOOD FACTORY

Ampio 500 metri quadri, lo Scrambler Ducati Food Factory si trova in una zona della città un tempo fiore all’occhiello della produzione meccanica e oggi nuovo polo della ristorazione metropolitana giovane ed eclettica. All’interno, design vintage ma dal gusto contemporaneo. Il menu dello Scrambler Ducati Food Factory ricalca il ponte fra passato e presente e si caratterizza per l’accostamento di piatti genuini a proposte più creative, che legano tradizione e gusti contemporanei. Nello Scrambler Ducati Food Factory coesistono più anime: pizzeria gourmet light, bistrot con proposte ricercate, shop di capi d’abbigliamento e accessori Scrambler. Un’idea per i dealer del Gruppo Volkswagen. Infatti, la Ducati, dall’estate del 2012, è entrata nell’orbita di Wolfbsurg, acquisita dall’Audi per 747 milioni di euro (il terzo pilastro della Casa dei quattro anelli nel nord Italia, dopo Lamborghini e Italdesign).

Scrambler Ducati Food Factory menu

Uno dei piatti dello Scrambler Ducati Food Factory

NON SOLO UNA MOTO, MA UNO STILE DI VITA

Lo Scrambler Ducati è una moto moderna capace di esprimere la pura essenza del motociclismo. Il design “post-heritage” interpreta, in chiave contemporanea, i valori dell’iconica moto della Casa bolognese degli anni ’70. Il nome stesso (dall’inglese “to scramble” ovvero mescolare, mischiare) lascia spazio all’immaginazione, alla condivisione con gli altri e alla libera interpretazione. Lo Scrambler non è una moto vintage, ma il risultato ideale di come sarebbe oggi la celebre moto di Borgo Panigale se Ducati non avesse smesso di produrla. Incarna l’espressione a due ruote di chi la guida ed è un vero e proprio movimento culturale. Non si tratta solamente di una nuova moto, ma di un mondo a sé stante.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*